25 Aprile: FESTA della Liberazione

E’ una data come tante altre? NO, per il popolo Italiano NON PUO’ e NON DEVE esserlo.

E’ la data! Rappresenta e ricorda quei giorni del 1945 in cui l’Italia riusci’ a scrollarsi di dosso il fardello di un ventennio fascista culminato nella tremenda e sanguinosa  seconda guerra mondiale.

 

Al grido di “Arrendersi o perire” le forze partigiane proclamarono l’insurrezione. Infatti proprio il 25 Aprile, dalla voce di Sandro Pertini (che diventera’ uno degli uomini politici italiani di maggior spessore, sia dal punto di vista umano che politico) venne proclamato a Milano, come a Genova e Torino, lo sciopero generale contro l’occupazione tedesca.

Ed oggi? Alle volte ci sembrano pezzi di storia che non ci appartengono piu’, dei quali facciamo fatica a capirne l’importanza; MA il 25 Aprile e’ un passaggio fondamentale verso la creazione  della nostra Repubblica e della Costituzione Italiana.

Quei giorni di fine Aprile ed inizio Maggio del 1945 dimostrarono l’unita’ di un popolo (mai piu’ rivissuta in seguito se non forse solo durante le finali dei mondiali di calcio),  la ferma e compatta determinazione di voler rinascere, di fondare una Repubblica Democratica fondata sul lavoro; in cui il popolo e’ sovrano (nei limiti stabiliti dalla Costituzione); in cui sono riconosciuti e garantiti i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo che nelle formazioni sociali ove si svolge la sua responsabilita’; in cui SI RICHIEDE l’adempimento dei DOVERI inderogabili di solidarieta’ politica, economica e sociale…

Eh si, quei lunghi anni di sofferenza, come spesso accade, avevano permesso il concepimento di una Costituzione di cui andare sempre fieri; i cui principi, soprattutto nella prima parte di “diritti e doveri” dovremmo provare sempre a divulgare ed affermare.

Per non dimenticare il ruolo attivo delle donne nella Resistenza, la loro partecipazione alla Assemblea Costituente, il diritto al voto e ad essere votate che, di fatto, sanciscono l’inizio della lotta all’emancipazione, purtroppo, tuttora in atto.

 

I nostri elettori, un paio di mesi fa hanno scelto proprio “25 Aprile” come nome del nostro Circolo di Cassano D’Adda e noi ne siamo orgogliosi.

Orgogliosi di essere promotori e testimoni di tutti quei significati che questa data rappresenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *